Leo Torri © 2021

info


Da più di quarant’anni la mia macchina fotografica è il mezzo attraverso cui osservo il mondo.

A partire dagli anni 80 mi occupo di fotografia commerciale e pubblicitaria legata al settore del design e dei contributi d’arredo. Negli anni, ho realizzato servizi sia per studi di design che per l’editoria.
Il mio scopo è quello di valorizzare lo still life tramite l’inquadratura e la luce. Cerco sempre di instaurare un feeling con il designer in modo da riuscire a interpretare il suo lavoro nel modo migliore.

Dagli anni 2000 ho iniziato a collaborare con grandi studi di architettura per documentare progetti architettonici e di interni. Ho portato all’interno di questo settore lo stesso approccio sviluppato per gli oggetti di design: un occhio attento alle linee e alle geometrie e un’attenzione particolare alla luce, che spesso diventa il partner ideale per valorizzare l’aspetto creativo di un progetto.

Sia nella fotografia di still life sia nella fotografia di architettura lavoro ricercando la purezza delle linee che spesso riproducono elementi geometrici che, in qualche modo, mi riportano alla precisione della grafica, mia grande passione.

La luce, poi, è l’elemento fondante del mio sguardo su ciò che mi circonda.

“La fotografia è il mio sguardo sul mondo. Ogni oggetto, ogni materia, cerca la luce esatta per esprimersi. Io catturo quell’istante, per fermarlo in un’immagine che lo possa raccontare nella sua essenza, che ne sveli l’anima. Fotografo da più di 40 anni senza mai smettere di cercare ciò che, sotto gli occhi di tutti,  spesso sfugge”.

For more than 40 years my camera has been the means through which I observe the world.

In the 1980s I specialized in commercial and advertising photography for design and furnishing objects. Over the years, I did photo shoots for both design studios and the publishing sector.
My aim is to enhance still life through the framing and the light. I always try to create a feeling with the designer in order to interpret his or her work in the best possible way.

In the 2000s I started collaborating with well-known architectural firms to document architectural and interiors projects. I brought into this field the same approach I developed for still life: a keen eye for lines and geometries and a specific attention to light, which often becomes the ideal partner to enhance the creative aspects of a project.

Both in still life and in architecture photography, I work looking for the pureness of the lines that often reproduce geometrical elements that, in some way, bring me back to a graphical precision.

Light is the fundamental element on which my gaze is based.

“I interpret the world through the lens of my camera.Everything in this world, every object, every material, demands to be observed and understood. This way, when put in the proper light, it can fully express itself. After 40 years of professional photography I have never stopped looking for that which escapes most eyes.”

CLIENTS

Abitare Editrice Segesta/ Agape/ Agape casa/ Agis/ Alessi/ Amleto Missaglia/ Assografici/ Baccarat/ Barovier e Toso/ Bilumen/ BTicino/ Buratti Battiston Associati/ Candy Elettrodomestici/ Cantine Villabella/ Cartoinvest/ Casa Bugatti/ CasaAmica RCS/ Cassina/ Cherry Terrace/ Cial – Consorzio Imballaggi Alluminio/ Cinelli/ Citterio and Partners/ Cristina Rubinetterie/ De Pedrini/ De Vecchi/ Diario della Settimana/ Domus/ Drago Serramenti/ Driade/ Dupont/ Effegibrevetti/ Flos/ FontanaArte/ Fratelli Guzzini/ Guess/ Heller/ Ing. Loropiana/ Interni/ James Riviere/ Key2people/ Kosta Boda/ Lualdi Porte/ Luceplan/ Malofancon/ Marazzi/ Marco Barina/ Matteo Thun/ Milan Tasker/ Moleskine/ Molteni e C./ Nava/ Palazzani Rubinetterie/ Paola Lenti/ Park Associati/ Pozzi Ginori/ Provincia di Milano/ Ragazzeria – Prenatal/ Rexite/ Royal Doulton/ Royal Copenhagen/ rubinetteria Stella/ Tecnogym/ Villeroy e Boch/ Vimar/ Zerodisegno/ Zwilling/